Il Salumificio Fratelli Riva nasce a Molteno, nel cuore verde della Brianza, ai piedi delle Prealpi Lombarde, per iniziativa dei fratelli Umberto e Luciano Riva.

Dopo aver passato alcuni anni lavorando come dipendenti, garzone in negozio e operai di salumificio, decidono di mettersi in proprio per produrre carne e salumi per il negozio della mamma Maddalena.

Il lavoro cresce e nel 1969 inaugurano, in Via Mazzini, il macello a ciclo completo, arrivando a lavorare 150 suini la settimana: la produzione è completa e dal salumificio esce ogni tipo di insaccato… coppe, pancette, salami, bresaola, prosciutto cotto.

Il prosciutto cotto sarà il fiore all’occhiello dell’azienda: da una piccola produzione per la vendita diretta, il loro prosciutto, viene richiesto anche dagli altri negozi della zona e dai grossisti.

Le cose, da quegli anni, sono profondamente cambiate. Innanzitutto agli inizi degli anni ’90 l’impresa ha fatto una scelta strategica di specializzazione: È stata dismessa l’attività di macellazione e si sono focalizzati gli sforzi sulla produzione di prosciutto cotto, prodotto leader del mercato italiano. La produzione, nel vecchio stabilimento, raggiungeva già la considerevole quota di 11.000 prosciutti cotti alla settimana.

Nello stesso periodo un ulteriore “salto di categoria” viene fatto iniziando a fornire GD e GDO, in modo continuativo e dedicato, grazie all’aiuto del Sig Caprioli, oggi in CdA dell’azienda.

Nel 1996 si dà inizio ai lavori di costruzione di un nuovo impianto produttivo, sito sempre in Molteno, in via Rossini 10. In questo stabilimento, dove ancora oggi si svolge l’intera attività produttiva, sono presenti numerose innovazioni tecnologiche e logistiche che ne fanno, per l’Italia, un modello coerente, integrato e tecnologicamente avanzato.

Nella nuova struttura tutti i flussi materiali ed informativi sono finalizzati alla produzione del prosciutto cotto; ciò consente un costante presidio del ciclo produttivo e, di conseguenza, un’elevata qualità del prodotto: si arriva alla produzione di circa 30.000 prosciutti cotti la settimana.

Agli inizi del 2007 si è ampliato nuovamente lo stabilimento aggiungendo una nuova area dedicata alla produzione di cotto per l’affettatura e alle sale bianche per la porzionatura dello stesso

Nel 2010 i fratelli riva decidono di comune accordo un cambiamento societario e Luciano lascia a Umberto e ai suoi figli, Chiara, Letizia e Giuseppe le redini dell’azienda.

In questi anni non si sono comunque fermate l’innovazione e la ricerca:

L’attuale lavorazione è di circa 50.000 cosce suine la settimana, sono state migliorati “vecchi” prodotti come la Bresaola e il salame, e inseriti di “nuovi” come la Porchetta, il Pollo e il Tacchino Arrosto. L’azienda ha sempre cercato di introdurre e utilizzare al meglio nuove tecnologie tenendo comunque saldo il principio di conduzione dell’impresa: produrre seppure con le più avanzate tecnologie prodotti tradizionali.

Ad esempio, le saline, che danno il delicato sapore al prosciutto cotto, sono ancora ottenute per infusione di aromi. Il salame è ancora quello tipico, di tipo “brianzolo”, dolce e buono Ultimamente riproposto anche in GD e GDO sta avendo un ottimo successo

Lo spirito dei fratelli Riva è diventato il must dell’ azienda: “Passione per la tradizione e fiducia nella innovazione”.